A Rapallo sorgerà un centro per il recupero di uomini violenti

Rapallo

La Regione Liguria potenzia i centri dedicati al recupero di uomini autori di violenza domestica e di genere.

Sono in arrivo, infatti, 211 mila euro che serviranno per istituire quattro nuovi centri. Il contributo proviene da fondi ministeriali, assegnati dalla Regione agli enti gestori, attraverso un avviso pubblico. Queste nuove realtà sorgeranno a Imperia, Albenga, Rapallo e La Spezia. “Siamo impegnati con forza sulla sensibilizzazione su questo tema, gravissimo e molto complesso: il nostro obiettivo è accrescere la consapevolezza sul problema e promuovere un necessario cambiamento culturale – dice il governatore Giovanni Toti – Per questo la Regione promuove attività di prevenzione in ambito scolastico per favorire già tra i bambini un approccio corretto e per contribuire a creare, proprio a partire dalle nuove generazioni, un rifiuto nei confronti di tutte le forme in cui la violenza di genere si manifesta”. “La violenza domestica è una piaga che dobbiamo cercare di estirpare con ogni mezzo – aggiunge l’assessore regionale alle Pari Opportunità Simona Ferro – I centri di recupero per uomini autori di violenza sulle donne rivestono un ruolo fondamentale in questa lotta. Si tratta di strutture che offrono un ambiente sicuro e strutturato in cui gli uomini che perpetuano atti di violenza possono affrontare e superare il loro comportamento abusivo. Gli uomini vengono incoraggiati ad assumersi la responsabilità delle proprie azioni, ad analizzare le cause profonde del loro comportamento violento e ad imparare strategie alternative per risolvere i conflitti. Nei centri di recupero operano equipe multidisciplinari di professionisti specializzati: psicologi, educatori, assistenti sociali e avvocati. Il prossimo 25 novembre sarà la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, ma il nostro impegno nel contrastare questa piaga è continuo”.