Allerta, la Asl sospende le attività non urgenti e le vaccinazioni

asl

La Asl 4 ha disposto l’attuazione delle procedure programmate in caso di allerta arancione (qui la proclamazione per il 18 e 19 ottobre).

Per quanto riguarda le strutture, ci sarà l’installazione delle paratie nelle sedi ubicate in aree esondabili o, comunque, a rischio di allagamento. Poi: sospensione delle attività di cantieri edili esterni nelle aree aziendali, sospensione di tutte le attività didattiche e formative, ma  mantenimento dell’erogazione delle attività sociosanitarie sul territorio urgenti. Verranno invece riprogrammate le attività classificate P, e quindi non urgente. Per la durata dell’allerta, viene sospesa l’apertura al pubblico degli sportelli distrettuali, delle attività di vaccinazione e consultoriali. Rimangono attive, invece, tutte le attività sanitarie urgenti. Ancora, la Asl specifica che “in caso di impossibilità di raggiungimento di specifici poli ospedalieri o territoriali per le avverse condizioni meteorologiche, le prestazioni programmate saranno riprogrammate dopo la cessata allerta”.

Questa la situazione per quanto riguarda le scuole