All’ospedale di Lavagna un intervento con pochi analoghi al mondo

intervento Parodi

Un innovativo intervento mini-invasivo di chiusura di fistola tracheo-esofagea in un giovane paziente è stato eseguito all’ospedale di Lavagna.

Secondo quanto fa sapere la Asl 4, “il successo dell’intervento è stato ottenuto grazie all’approccio di un’equipe multidisciplinare alla procedura: sono stati infatti coinvolti la pneumologa Emanuela Barisione, direttrice dell’unità operativa di Pneumologia al San Martino, il gastroenterologo Andrea Parodi e il cardiologo Guido Parodi, responsabili delle rispettive strutture dell’ASL4”. In pratica, si è intervenuti nella zona tra trachea ed esofago con una tecnica solitamente abbinata alla cardiologia, impiantando un dispositivo solitamente usato per la completa obliterazione della fistora tracheo – esofagea, stavolta per la chiusura del forame ovale, il tutto, simultaneamente, sotto controllo endoscopico, broncoscopico e radioscopico. Attualmente tale applicazione è stata descritta in pochi casi al mondo, l’intervento presenta caratteristiche altamente innovative. Sempre secondo quanto fa sapere la Asl, “le condizioni del giovane paziente sottoposto ad intervento sono buone”.