Atp, doppie dimissioni: il cda è decaduto

Atp, doppie dimissioni: il cda è decaduto
Torna l’incertezza su Atp

Se ne vanno il presidente Beltrami e la consigliera Aonzo, decade anche l’amministratrice delegata Natalia Ranza, rappresentante di Autoguidovie. Ora la nomina di un nuovo cda: è probabile che la Città metropolitana voglia riprendere la guida.

E’ decaduto il consiglio di amministrazione di Atp. Ieri, infatti, hanno rassegnato le proprie dimissioni i due rappresentanti della Città metropolitana, ovvero il presidente Maurizio Beltrami e la consigliera Antonella Aonzo. Questa mossa fa decadere l’intero cda, e quindi anche l’amministratrice delegata Natalia Ranza, rappresentante del socio privato Autoguidovie. La decadenza impedisce lo svolgimento della riunione già convocata per oggi, che avrebbe dovuto approvare il bilancio consuntivo e il piano finanziario. Adesso, dovrà essere nominato un nuovo cda, che, secondo le interpretazioni correnti, la Città metropolitana vorrebbe a guida pubblica, evidentemente insoddisfatta della gestione privata. Intanto, a breve dovrebbe arrivare anche l’esito dell’appello sul ricorso all’Anac che, in primo grado, aveva escluso la possibilità di una guida privata per l’azienda.