Balcone costiero di Bacezza: Emilio Cervini presenta mozione sulla pericolosità del ciglione roccioso

Il balcone costiero di Bacezza, a Chiavari
Il balcone costiero di Bacezza, a Chiavari
Il balcone costiero di Bacezza, a Chiavari

Il consigliere di “Libertà è partecipazione” riprende il contenuto di un’osservazione presentata da un cittadino al PUC.

Emilio Cervini, consigliere comunale a Chiavari del gruppo “Libertà è partecipazione”, ha presentato una mozione relativa al pericolo frana per il cosiddetto “balcone costiero di Bacezza”. Cervini riprende il contenuto di un’osservazione al PUC presentata da un cittadino, il quale evidenziava la pericolosità del ciglione roccioso, ben visibile da Corso Buenos Aires e dal mare. Nell’osservazione si faceva riferimento alla costruzione di un edificio agli inizi degli anni duemila, autorizzata dal Comune a patto che venissero realizzati lavori di consolidamento del pendio. All’osservazione il Comune ha risposto con un “non luogo a provvedere”, secondo quanto riferisce Cervini, per il contenuto ritenuto generico. “Aspettiamo forse qualche grave incidente?”, protesta il consigliere, che accusa l’amministrazione di scaricabarile delle responsabilità per il recente crollo di una recinzione in Colmata e per i pericoli più volte segnalati per il curvone dell’Aurelia vicino al santuario di Nostra Signora dell’Ulivo.