Bilancio della FiMa Chiavari: nel 2021 agonismo ma anche blocco delle semine di pesci

righi

Il presidente della FiMa Chiavari Umberto Righi traccia un bilancio dell’attività agonistica effettuata nell’arco del 2021.

Mondiali, gare italiane, regionali e provinciali, nonostante le difficoltà legate al covid, ma anche il blocco semine trote. “Il dramma che ci ha penalizzato maggiormente sono stati i blocchi delle semine di pesci adulti in acque interne, con il conseguente stop di tutte le attività agonistiche e ricreative turistiche di pesca alla trota, negando buona parte di attività al mondo della pesca, che in Liguria vede coinvolti circa 5.000 utenze, di questi solo il 20% sono agonisti, per cui non si parla di danni al solo comparto delle gare, ma a tutta l’economia che ruota nella gestione delle acque, ripopolamenti, riserve turistiche, alberghi, bar, negozi allevamenti ittici”, dice Righi. Anche le società pescasportive ne hanno risentito, chiusa la contabilità in passivo, perso anche l’ 80% di tesseramento.