Caccia in deroga allo storno, il Tar respinge l’istanza degli ambientalisti

Lo storno, uccello ghiotto di olive
Lo storno, uccello ghiotto di olive
Storno cacciabile fino al 2/12 in 184 comuni

Il Tar della Liguria ha respinto l’istanza di misure cautelari urgenti presentata dalle associazioni ambientaliste e fino al 2 dicembre quindi si potrà cacciare lo storno in deroga nei 184 Comuni in cui si pratica l’olivicoltura.

Il Tar della Liguria ha respinto l’istanza di misure cautelari urgenti presentata dalle Associazioni ambientaliste in merito al prelievo in deroga dello storno e ha preso atto delle nuove modalità di annotazione dei capi prelevati, approvate dalla delibera della giunta regionale dello scorso 3 novembre. Lo annuncia l’assessore regionale alla Caccia e all’Agricoltura Stefano Mai. Fino al 2 dicembre, data fissata per l’udienza di discussione della domanda di sospensiva, sarà quindi possibile procedere col prelievo in deroga dello storno nei 184 Comuni in cui si pratica l’olivicoltura.