Cava Acquafredda di Castiglione Chiavarese, il Comune chiederà una verifica all’Università

Cava Acquafredda

Si è parlato anche della “Cava Acquafredda” di Castiglione Chiavarese nel corso del consiglio regionale di ieri.

Sul tema ha infatti illustrato un’interrogazione Luca Garibaldi, capogruppo del Partito Democratico, che ha chiesto alla giunta regionale di attivare un tavolo di confronto tra il Comune, l’azienda che gestisce la cava e i comitati cittadini per verificare la possibilità di controlli sull’attività della cava, anche attraverso apposite convenzioni. Garibaldi ha evidenziato che alcuni cittadini hanno lamentato interferenze dell’attività di cava e potenziali danni alle abitazioni.

L’assessore alle cave Marco Scajola ha risposto che la cava è oggetto di controlli di polizia mineraria e che non risultano segnalazioni di potenziali danni alle abitazioni o di inquinamento acustico e ambientale, né di pericolosità geomorfologica. La Regione, in ogni caso, chiederà ad Arpal ed Asl di svolgere le verifiche, mentre dal canto suo il Comune, che conferma il parere favorevole sulla variante alle attività di cava, intende affidare una verifica ad un soggetto terzo, che potrebbe essere l’Università, sulla sicurezza degli abitanti e sui rischi di frane.