Chiavari, rapina al distributore di alimenti self service

polizia

Sono accusati di rapina aggravata in concorso, due uomini di 38 e 20 anni, che, domenica scorsa, alle 4.20, hanno avvicinato due ragazze che si trovavano ad un distributore self service in via Piacenza, a Chiavari.

Il più giovane ha chiesto loro un euro ma alla risposta negativa il 38enne ha estratto una pistola, puntandola alla testa e alla vita delle malcapitate e intimando loro di consegnare soldi e cellulari. Dopo averlo fatto, le due sono state raggiunte dal proprio gruppo di amici, che ha chiamato il numero di emergenza. L’accurata descrizione fornita dalle vittime ha permesso agli agenti del commissariato di polizia di Chiavari di risalire a padre e figlio, già noti alle forze dell’ordine, e le immagini delle telecamere di videosorveglianza hanno avvalorato i sospetti e permesso di ricostruire gli spostamenti dei due, sino a rintracciarli, la mattina stessa, nella casa della madre del ventenne. Allo stato attuale, sono gravemente indiziati di aver commesso il reato anche se vale la presunzione di innocenza. Accompagnati nel carcere di Marassi, comunque, il fermo è stato convalidato.