“Chiavari vuol perdere anche la canoa polo?”

Quale futuro per la canoa polo a Chiavari?
Quale futuro per la canoa polo a Chiavari?
Quale futuro per la canoa polo a Chiavari?

Duro j’accuse della Chiavari Canoa Polo a pochi giorni dalla chiusura dei termini per l’iscrizione al campionato di serie A. Nel mirino gli sponsor che fuggono verso altri lidi ed il Comune che ha tagliato i contributi.

“Chiavari vuol perdere anche la canoa polo?”. E’ un vero j’accuse quello che parte dalla Chiavari Canoa Polo, a pochi giorni dalla scadenza dei termini per l’iscrizione al campionato di serie A. La società si è trovata con un fondo cassa di 150 euro, ma non è intenzionata a mollare. Anche perché il 2016 sarà anno di mondali a Siracusa e tre giocatori chiavaresi saranno della competizione, vale a dire Luca Bellini, Andrea Bertelloni e Marco Porzio. I problemi però sono tanti. Gli sponsor si sono rivolti altrove e “per constatarlo – afferma il presidente Alberto Simoni Baroni – è sufficiente sfogliare l’elegante calendario tascabile della Virtus Entella e contare gli inserzionisti”. Il Comune inoltre ha tagliato i contributi, senza contare che Chiavari continua a non avere un campo di gara. “Cosa dobbiamo fare? – è la domanda finale – Sacrificare la dignità elemosindando in giro i cinque/dieci euro, oppure andarsene qualora si trovasse uno sponsor in un’altra città?”.