Cinghiali, Federparchi consiglia piani di controllo pubblici

cinghiali

“Federparchi ritiene poco efficace la scelta di affidarsi all’attività venatoria per ridurre consistenza e densità dei cinghiali, valutando invece più utile praticare una attività mirata di controllo, sulla base di piani dettagliati di iniziativa pubblica ai quali possono partecipare anche i cacciatori, col ruolo di selecontrollori”.

È quanto dichiara, in una nota, Roberto Costa, coordinatore Liguria Federparchi in merito “al provvedimento di temporanea sospensione della validità delle aree contigue nel Parco di Portofino”. Secondo Federparchi infatti “tale modalità è comunemente praticata in molti parchi italiani con risultati quantitativamente e qualitativamente ragguardevoli”.