Commercio, a Sestri Levante ci sono state 63 nuove aperture

Valentina Ghio

Il covid non ha frenato l’evoluzione del commercio nel Tigullio.

Sestri Levante è un caso clamoroso, perché nel 2021 ha avuto 63 aperture di nuove attività, a fronte di 24 cessazioni. “In un periodo come quello che stiamo vivendo – commentano la sindaca Ghio e l’assessora al commercio Bixio – leggere i dati che ci arrivano dallo sportello attività produttive è particolarmente confortante e ci dimostra che Sestri Levante e il suo tessuto commerciale sono vivi e attivi. In questi mesi abbiamo partecipato con grande piacere a diverse nuove aperture: vedere l’entusiasmo e la voglia di fare di tanti imprenditori e le strade della città rimanere vivaci e popolate di tante attività differenti è un bel segnale per tutto il territorio”. Nel dettaglio, i dati evidenziano una crescita delle strutture ricettive non alberghiere, confermando la tenuta del turismo sul territorio nonostante la pandemia, e 31 nuovi esercizi di vicinato, di cui 18 di generi non alimentari. Oltre a questi i numeri lo sportello attività produttive segnala oltre 25 subentri nella gestione di attività già esistenti, quasi 10 trasferimenti di sede e diversi ampliamenti di attività, evidenziando una decisa vivacità del mondo imprenditoriale locale.