Diga Perfigli, Città Metropolitana contro Comune di Lavagna: «Delibera con vizi di legittimità»

Diga Perfigli

Lo scorso 7 gennaio il consiglio comunale di Lavagna ha approvato una modifica del Puc che introduce il vincolo di inedificabilità sulla piana dell’Entella.

La delibera viene però contestata pubblicamente dalla Città Metropolitana, con un comunicato stampa che evidenzia alcuni vizi di legittimità. Due i punti contestati. La prima osservazione riguarda la cartografia allegata, che secondo la Città Metropolitana non corrisponde al reale assetto di quella del Piano Regolatore vigente. Riporterebbe infatti l’assetto cartografico del PRG del 1998, antecedente all’approvazione della variante in Conferenza dei servizi del 2013. La Città Metropolitana contesta inoltre la pubblicazione della delibera all’albo pretorio per 15 giorni, dal 17 gennaio al 1° febbraio. Secondo l’ente genovese, per questo tipo di atti la pubblicazione dovrebbe essere di almeno 30 giorni. Nella nota diffusa alla stampa, in ogni caso, la Città Metropolitana ribadisce che la vocazione agricola del territorio interessato non è in discussione e garantisce che l’opera per la mitigazione del rischio idraulico «non avrà particolari ripercussioni ecologiche negative».