Documenti falsificati e assegni rubati, vengono bloccati nell’agenzia e partono le denunce

09/07/2013 Carabinieri Sml motociclisti

Sono accusati di tentata truffa, ai danni di un’agenzia assicurativa di Rapallo, due persone di origine napoletana, 35 e 60 anni, denunciati dai carabinieri della compagnia di Santa Margherita.

Dichiarando di voler stipulare polizze Rca per dei parenti residenti in provincia di Savona, hanno fornito all’impiegata documenti dei presunti interessati e dei veicoli da assicurare. Questa ha notato un’incongruenza tra codice fiscale e data di nascita di un intestatario e l’impiegata, memore dei consigli ricevuti dai carabinieri in un precedente analogo, ha contattato i militari, trattenendo però i due all’interno dell’agenzia. Un accertamento ha permesso di verificare che le copie dei documenti erano state falsificate per ottenere polizza a condizioni più vantaggiose rispetto a quelle praticate nella località di residenza effettiva. Ai due, i carabinieri hanno poi sequestrato tre assegni, risultati provento di furto, per 1.200 euro. Le accuse nei loro confronti sono dunque falsità materiale, sostituzione di persona, truffa in concorso, ricettazione.