Funziona la nuova ecoisola di Lavagna

Ecoisole

È stata installata in piazza Vittorio Veneto la prima delle nuove ecoisole informatizzate volute dal comune di Lavagna, che saranno cinque in tutto, con installazione completata per ottobre.

L’amministrazione ha diffuso una sorta di guida sull’utilizzo delle stesse.  L’utente dovrà avvicinare il codice a barre presente nella parte posteriore della propria tessera sanitaria a circa 7/8 centrimetri di distanza dal lettore ottico presente sul pannellino frontale dell’ecoisola. In tempo reale, il software riconoscerà l’utente e, se quest’ultimo risulterà autorizzato al conferimento, verrà emesso un segnale acustico. Poi, passando la mano vicino al sensore posizionato sotto a ciascuno sportello, quest’ultimo si aprirà elettricamente e l’utente potrà così conferire il proprio rifiuto all’interno della struttura, senza toccare nulla. Dopo l’allontanamento dell’utente, l’ecoisola provvederà a chiudere autonomamente lo sportello utilizzato, trasmetterà e registrerà le informazioni relative all’intervento”. Previa aggiunta nella casella di riferimento dell’utente TARI, qualsiasi componente della famiglia potrà conferire i rifiuti con la propria tessera sanitaria per conto del titolare dell’utenza. Secondo Luca Sanguineti, Assessore con Delega alla Raccolta Differenziata, “questo rappresenta un importante vantaggio per tutti i cittadini, in particolar modo per le persone con limitata possibilità di spostamento, come gli anziani e i portatori di disabilità”.