Giornata contro la violenza di genere: l’impegno nel Levante ligure

entella_seggiolini_rossi(1)

Il numero da chiamare per chiedere sostegno, in caso di abusi, è il 1522.

Insieme a qualche indicazione su comportamenti di cui insospettirsi o da rifiutare, si trova stampato sui sacchetti del panificio Tossini, per iniziativa del club Zonta, e su quelli delle farmacie Solari di Chiavari e Santo Stefano di Lavagna, grazie al Soroptimist. Sempre d’intesa con il Soroptimist, i Comune di Rapallo, Santa Margherita e Chiavari colorano di arancione dei palazzi pubblici, mentre con lo Zonta i consiglieri comunali di Rapallo, il sindaco di Portofino Viacava, i giocatori della Virtus Entella e della Rari Nantes Sori diffondono il loro “No” alla violenza. Oggi, per la partita allo stadio Comunale, due seggiolini dei distinti sono colorati di rosso.

Il comune di San Colombano inaugura una panchina rossa a Calvari, quello di Carasco ha svolto un incontro, stamattina, presso la propria, nei giardini di via Piani.

All’auditorium Campodonico di Lavagna, l’associazione L’incantevole Aprile presenta alle 17.30 la lettura teatrale Kaleidofuochidonna.

Molte iniziative nel Golfo Paradiso: alle 18.30 a Bogliasco, nella Sala Piero Bozzo, si parlerà della condizione femminile in Iran e Afghanistan e alle 18 il centro antiviolenza “Martina Rossi” si presenta nella sede di Recco. Domani, alle 10, a Pieve Ligure una lezione di autodifesa, a Recco con un incontro presso la panchina Rossa, a Camogli con il reading “Leggere Lolita a Teheran”. Chiude Avegno, alle 18, sul piazzale Ekom, con l’associazione “A demoa”.

Poste Italiane annuncia l’emissione di un francobollo in 250 mila esemplari, con rappresentata una panchina rossa, come messaggio contro la violenza di genere.