Hashish, a Chiavari ancora due arresti e due denunce

Hashish denaro polizia

Due arresti e due denunce sono il frutto di un paio di operazioni messe a segno domenica scorsa dagli agenti del commissariato di polizia di Chiavari.

Nel primo caso, gli arresti sono scattati per un ragazzo di 25 anni e una ragazza di 28, fidanzati, fermati mentre transitavano in auto sul lungomare. Dal controllo è stato infatti scoperto mezzo chilo di hashish che avevano occultato sotto un sedile e le successive perquisizioni domiciliari hanno portato al rinvenimento di ben 7 chili di hashish, divisi in panetti, ovuli e cilindri, in casa di lui, dove gli agenti hanno trovato anche 5000 euro in contanti e varie attrezzature usate per pesare lo stupefacente e confezionarlo. Il 25enne è tuttora in custodia cautelare in carcere mentre la fidanzata è agli arresti domiciliari. Nella seconda operazione è stata effettuata una perquisizione domiciliare nell’appartamento di un giovane dove sono stati rinvenuti 400 grammi di marijuana, bilancini elettronici di precisione e materiale utile al confezionamento. All’interno dell’abitazione non era presente il giovane che, alla vista degli operatori di Polizia si è dileguato, mentre la madre sessantenne si è rinchiusa all’interno dell’appartamento tanto che gli agenti di Polizia per entrare hanno dovuto ricorrere all’intervento dei Vigili del Fuoco. Entrambi sono stati denunciati in stato di libertà per detenzione di stupefacenti. Questa operazione, spiegano dalla Questura, conclude un’attività iniziata l’estate scorsa e mirata alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti del tipo leggero, vista la recrudescenza del consumo tra i ragazzi anche di giovane età residenti nel Tigullio. Nel complesso, ci sono stati nove arresti, numerose denunce a piede libero e alcune segnalazioni in Prefettura, oltre al sequestro di una notevole quantità di sostanza stupefacente e di ingenti somme di denaro provento dello spaccio.