Igiene urbana, tutti i Comuni votano per la gara. Ma la decisione non piace a Fit Cisl

incontro ambito

Questa mattina in Città Metropolitana si sono tenute le conferenze d’ambito dei bacini di Tigullio e Golfo Paradiso per la scelta del modello di affidamento del servizio di igiene urbana nei Comuni di tale aree.

La Città Metropolitana ha proposto di procedere attraverso una gara d’appalto, proposta votata favorevolmente all’unanimità da tutti i sindaci. I Comuni hanno suggerito alcuni emendamenti per una personalizzazione puntuale del servizio sui singoli territori. La delibera mercoledì prossimo passerà al vaglio del consiglio metropolitano. A seguire sarà bandita la gara, la cui aggiudicazione è prevista entro la fine dell’anno.

Tramonta quindi l’ipotesi di un affidamento diretto ad Amiu, decisione che non piace a Fit Cisl Liguria, che questa mattina ha organizzato un presidio di protesta davanti alla Prefettura. Afferma Umberto Zane, coordinatore regionale di Fit Cisl nel comparto igiene ambientale: «Noi siamo sicuri che questa procedura non tuteli i lavoratori, sia per la conservazione del posto di lavoro, per la corretta applicazione contrattuale per le condizioni di lavoro e soprattutto per la sicurezza. Dal punto di vista occupazionale l’assegnazione ad Amiu garantirebbe oltre 100 posti di lavoro in più. Riteniamo tale scelta scellerata e siamo disponibili già da ora ad un incontro con il sindaco della Città Metropolitana per avere delucidazioni sulle motivazioni di tale scelta».

manifestazione