Il ritorno in Liguria del Citrus aurantium consolei

Citrus aurantium consolei

Dopo quasi 200 anni torna in Liguria un albero di Citrus aurantium consolei, un tipo di arancio attualmente presente in Sicilia, ma che secondo le testimonianze storiche un tempo ornava le coste liguri e la Toscana.

Il ritorno della pianta lo si deve al lavoro del Comune di Santa Margherita Ligure e della sua partecipata “Progetto Santa Margherita”, che hanno commissionato uno studio per il restauro e il ripristino del parco di Villa Durazzo. Il Comune punta ai fondi del PNRR e lo studio prevede interventi sul parco, il giardino all’italiana, il giardino segreto e l’agrumeto. E proprio nell’area dell’agrumeto si è deciso di iniziare con una serie di interventi propedeutici al percorso previsto dal progetto presentato. Spiegano il sindaco Paolo Donadoni e l’amministratore unico di “Progetto Santa Margherita” Alberto Cappato: «La messa a dimora di questa particolare pianta racconta il passato ma rappresenta il futuro: la speranza di vedere splendere com’era in origine l’agrumeto del parco e di poter effettuare tutti gli interventi previsti, i quali, al di là dei finanziamenti che auspichiamo possano arrivare, è nostra intenzione portare a compimento».