Impegno Comune boccia le “Giornate di Chiavari”: «Format e organizzazione da rivedere, meglio il Festival della Parola»

Davide Grillo

Davide Grillo, presidente di Impegno Comune, boccia le “Giornate di Chiavari”, pur riconoscendo il successo di alcuni appuntamenti, come la riapertura del Teatro Cantero, l’evento a Palazzo Marana e la conferenza di Massimo Recalcati in Cattedrale.

Pollice verso, invece, per la Notte Bianca, che secondo Grillo è stato un evento datato e poco attraente per i giovani. Deludente, secondo l’ex candidato sindaco, è stato anche il concerto di Max Casacci, a causa di un palco inadeguato e di un impianto audio di bassissimo livello. Lo scorso anno il Festival della Parola era costato 80 mila euro, quest’anno le “Giornate di Chiavari” hanno pesato sulle casse comunali per 100 mila euro. E secondo Grillo, «il programma è risultato inferiore in termini di quantità e qualità degli eventi proposti». Il presidente di Impegno Comune sottolinea inoltre la minima divulgazione degli eventi e la mancanza di un sito e di social dedicati. «Con un investimento così significativo – è la conclusione – era lecito aspettarsi un’organizzazione più strutturata e una programmazione più ricca e diversificata». L’invito è quindi quello di rivedere format e organizzazione dell’evento.