La Cisl ha inaugurato la nuova sede di Chiavari con Anna Maria Furlan

Parla Luca Mastripieri, segretario metropolitano. Furlan è sulla destra
Parla Luca Mastripieri, segretario metropolitano. Furlan è sulla destra
Parla Luca Mastripieri, segretario metropolitano. Furlan è sulla destra

Benedizione del vescovo Tanasini e intervento del sindaco Levaggi e dei vari segretari territoriali del sindacato, oltre che di quella nazionale: cerimonia in grande stile per la sede di via Vinelli.

Presente e puntuale, alle 10 di questa mattina, la segretaria nazionale del sindacato, Anna Maria Furlan, era all’inaugurazione della nuova sede della Cisl, in via Vinelli, nel palazzo di proprietà dell’Ipab dell’asilo, occupato nell’ala che ospitava gli uffici del settore edilizia del Comune. Presenti, tra gli altri, il vescovo monsignor Alberto Tanasini, che ha impartito la sua benedizione, il sindaco Roberto Levaggi, il senatore Vito Vattuone, il consigliere regionale Claudio Muzio, il presidente del Gruppo Tigullio di Confindustria Massimiliano Sacco, il segretario della Uil Tigullio Fabio Servidei. Padrone di casa, il segretario territoriale, Andrea Sanguineti. Quello per l’area metropolitana, Luca Mastripieri, ha ricordato gli inizi della Cisl, a Chiavari, negli anni Settanta, in una stanzetta, e i sindacalisti Elio Presa e Vittorio Gandolfo. Antonio Graniero, segretario Usr Cisl Liguria, è intervenuto ricordando come la nuova sede sia sintomo di calorosa accoglienza delle persone. Il bacino di utenza di Chiavari e dintorni è di 15mila lavoratori attivi e 25mila pensionati. Nel 2016, il patronato ha svolto oltre 6.000 pratiche e l’ufficio legale seguito 4.500 persone per consulenze, 5.690 gli utenti assistiti al Caf.

L'intervento di Andrea Sanguineti
L’intervento di Andrea Sanguineti