La proposta: collegare il Parco di Portofino con il Parco dell’Aveto con sentieri e strutture

Uno degli incontri svolti durante la manifestazione
Uno degli incontri svolti durante la manifestazione
Uno degli incontri svolti durante la manifestazione

Al termine della settimana di camminate della Compagnia dei Cammini, il gestore del punto ristoro del Parco di Portofino Mulino del Gassetta propone di collegare il Parco di Portofino con il Parco dell’Aveto, con percorsi a piedi e strutture ricettive da convenzionare o attivare ex novo.

Collegare il Parco di Portofino con il Parco dell’Aveto con percorsi a piedi e strutture ricettive da convenzionare o attivare ex novo: è la proposta di Carlo Capra, gestore del punto ristoro del Parco di Portofino Mulino del Gassetta, rivolta a Istituzioni ed Enti locali a margine della manifestazione “Compagni di Cammino” della Compagnia dei Cammini, conclusasi sabato scorso. “A pochi chilometri di distanza ci sono due realtà naturalistiche diversissime, entrambe affascinanti e tutte da scoprire – spiega Capra parlando dei due parchi del Tigullio – basterebbe individuare dei percorsi, divederli a tappe dopo aver appurato la presenza di strutture per l’accoglienza, e ci troveremmo in mano un’offerta escursionistica a livello turistico che pochi posti possono permettersi. Io mi metto a disposizione, proviamo a lavorarci insieme”. L’esperienza per l’associazione è stata positiva nonostante il maltempo: “Sia le guide sia le persone che si sono unite sono rimaste entusiasti del territorio e dell’accoglienza – prosegue Capra -. Circa 80 persone, provenienti da tutta Italia e due dall’estero (Germania e Marocco) hanno camminato da Chiavari a Camogli, incontrato i nostri concittadini, discusso con i nostri amministratori – durante gli incontri quotidiani – sul camminare e sulle occasioni che questo settore può creare per il nostro tessuto economico”.