La Regione contro l’aumento dei canoni demaniali

Claudio Muzio

Anche Regione Liguria si schiera in maniera netta contro l’aumento, previsto da un decreto legge del 2020, dei canoni per l’utilizzo di aree e pertinenze demaniali marittime dovuti dalle associazioni senza scopo di lucro che svolgono attività sportive, ricreative e legate alle tradizioni locali.

La presa di posizione della giunta è arrivata stamane, nel corso della seduta di consiglio, in risposta ad una interrogazione del capogruppo di Forza Italia, Claudio Muzio, che spiega: «Il documento chiede alla Regione di mettere in campo tutte le azioni necessarie per tutelare le associazioni coinvolte da aumenti del canone fino a 2500 euro e oltre, agendo nei confronti del Governo affinché sia resa strutturale la cifra di 500 euro pagata nel 2021 grazie ad un emendamento al decreto “Sostegni-bis”».