L’amministrazione comunale di Recco tira avanti: “Non ci sono i presupposti per le dimissioni”

Il palazzo comunale di Recco
Il palazzo comunale di Recco
Il palazzo comunale di Recco

Le opposizioni chiedono le dimissioni a seguito della condanna della Corte dei Conti per la vicenda relativa alla raccolta differenziata. Richiesta respinta al mittente.

A Recco le opposizioni chiedono le dimissioni del sindaco Dario Capurro, del suo vice Gianluca Buccilli e del consigliere Franco Senarega, a seguito della sentenza della Corte dei Conti che ha condannato i tre per il mancato raggiungimento della percentuale di raccolta differenziata prevista dalla legge nel periodo fra il 2007 ed il 2010. Ma i tre amministratori non raccolgono l’invito: “Non esistono i presupposti giuridici e di fatto – si legge in una nota diramata dal Comune – che giustifichino le dimissioni degli amministratori in carica”. Nel contempo gli amministratori condannati affermano di rispettare la decisione della magistratura contabile ed annunciano che provvederanno ad ottemperare agli obblighi patrimoniali conseguenti.