Liguria, in arrivo 45 nuovi treni

Da sinistra, Toti, Barbarba Morgante e Berrino
Da sinistra, Toti, Barbarba Morgante e Berrino
Da sinistra, Toti, Barbarba Morgante e Berrino

Firmato il nuovo contratto di servizio tra Regione e Trenitalia. Nel 2018 ne scatterà uno ulteriore da 15 anni, con rinnovo della flotta. Intanto, da ieri in vigore l’orario invernale: per un mese, niente Frecciabianca a Chiavari.

Massicci investimenti per rinnovare la flotta dei treni e introduzione di un Frecciargento che collegherà Genova con Firenze e Roma: sono le principali novità emerse dalla firma, avvenuta ieri, del nuovo contratto di servizio tra Regione Liguria, rappresentata dal presidente Toti e dall’assessore Berrino, e Trenitalia, presente con l’amministratore delegato Barbara Morgante. Il contratto per il triennio 2015 – 2017 prevede un aumento di produzione sino a 7 milioni di chilometri contro i 6,8 di quest’anno. Nel 2018 entrerà in vigore il contratto di servizio da 15 anni, che garantirà investimento in materiale rotabile per 393 milioni di euro, pari a 45 nuovi elettrotreni che verranno introdotti proprio dal 2018. Intanto, entro la fine di gennaio 2017, verrà attivato il Frecciargento, con due corse al giorno, una di andata e una di ritorno, che, si annuncia, porteranno sotto le 4 ore i tempi di percorrenza tra Genova e Roma.  Per quanto riguarda la puntualità media del 2016, si annuncia che sulle linee liguri, è stata del 78,6%, con un miglioramento del 12% rispetto al 2014.  Soddisfatto il deputato di Possibile Luca Pastorino, che dice di accogliere “con piacere la notizia del nuovo collegamento veloce tra Genova e Roma” ma precisa: “Spero che continui a essere sostenuto dalla Regione e non si fermi solo alla sperimentazione”. Intanto, ricordiamo che ieri è entrato in vigore il nuovo orario invernale di Trenitalia, ed oggi è il primo giorno in cui viene provato dai pendolari. Per un mese, mancherà la fermata di Chiavari per i Frecciabianca da e per Roma, ripristinata, secondo l’annuncio di Trenitalia, dopo le feste.