Mareggiata: crolla un ristorante, allagamenti a Riva, acqua alta a Portofino, strade chiuse

ristorante crollato camogli

È tutta la Riviera ad essere spazzata dalle onde della mareggiata che già i previsori definivano storica.

L’acqua alta ha invaso la Piazzetta di Portofino. A Camogli, dove l’accesso al lungomare era stato chiuso già dalle 8 di stamattina, è addirittura crollata la struttura di un ristorante sul mare. Qui sotto, la foto di Lorenzo Battilana:

Il Comune di Rapallo, attorno alle 13, ha chiuso per precauzione via San Michele, all’altezza dell’abitato della frazione: il collegamento con Santa Margherita è avvenuto attraverso l’Aurelia, sino alla riapertura, attorno alle 14.30. Il mare ha riversato detriti in piazza 27 Dicembre a Zoagli, con danni alle ringhiere della passeggiata:

Spiagge risucchiate e legna riversata tra Lavagna e Chiavari. Chiusa l’Aurelia ad Arenelle. Secondo la consigliera di opposizione chiavarese Silvia Garibaldi, “la prima prova del nuovo assetto con i pennelli “verticali” ha mostrato criticità: l’insabbiamento della foce del Rupinaro e i danni che si sono visti pongono dubbi se occorrano correttivi o cambi di direzione”.

Sono chiuse l’Aurelia all’altezza delle gallerie di Sant’Anna, tra Cavi e Sestri Levante, e la strada delle gallerie tra Sestri e Moneglia. Il mare ha raggiunto il centro storico dalla Baia del Silenzio, e allagamenti si sono avuti a Riva Trigoso. Qui sotto un video del porto che viene inoltrato ripetutamente su WhatsApp:

A Sestri, i consiglieri di opposizione di centro destra Diego Pistacchi e Marco Conti (che forniscono la foto pubblicata sotto) attaccano l’amministrazione Solinas, dicendo: “Il Comune di Sestri Levante non ha adottato le necessarie precauzioni e il risultato è sotto gli occhi di tutti, purtroppo ci sono cittadini e attività che contano i danni a causa dell’acqua che ha invaso soprattutto il centro storico, Riva Trigoso e Renà.
In particolare i varchi di accesso alla Baia del Silenzio, proprio nel tratto compreso tra piazza Matteotti e la chiesa di Santa Maria di Nazareth, sono stati chiusi con le barriere new jersey solo stamattina verso le 9, quando ormai le onde avevano già raggiunto e allagato il caruggio, fino a invadere corso Colombo. Da tempo invece a Riva Ponente il muro di protezione che separa la spiaggia dalla passeggiata è insabbiato e di fatto inutile se non dannoso. Sarebbe stato necessario un rapido intervento per scavare e ristabilire lo sbarramento a protezione della zona abitata, ma non è stato fatto”.