Maricoltura di Lavagna, il Tar conferma: le vasche sono da rimuovere. La società Aqua annuncia ricorso in appello

Aqua

Il Tar ha respinto il ricorso di Aqua Società Agricola Srl contro il provvedimento del 3 aprile dello scorso anno del Comune di Lavagna che imponeva alla società di rimuovere entro il 30 giugno 2023 le gabbie dallo specchio acqueo già oggetto della concessione demaniale rilasciata alla società nel 2004.

La stessa concessione, grazie alla quale Aqua in tutti questi anni ha gestito l’impianto di maricoltura, era scaduta il 31 dicembre 2020. Il Tar ha ritenuto il ricorso infondato e lo ha rigettato, compensando le spese di lite. Aqua annuncia però che farà ricorso in appello al Consiglio di Stato. «Riteniamo – fanno sapere dalla società – che il Tar non abbia tenuto conto della sostanziale differenza tra le concessioni balneari e quelle per maricoltura, che non sono riconducibili ai servizi, ma alla produzione».