Messuti sulle opere a mare: “Funzionano. Le vogliamo solo migliorare”

pennelli

Il sindaco di Chiavari, Federico Messuti, replica ai consiglieri di opposizione Orecchia e Giardini, che avevano diffuso la notizia della necessità di una nuova diga soffolta davanti al tratto di lungomare dove già è stata realizzata un’opera di difesa:

“Gli interventi eseguiti nella prima cella hanno ben protetto la passeggiata dalle due ultime mareggiate, pericolose per intensità  e per provenienza (sud sud/ovest). Fatto evidente a tutti visto che i danni, purtroppo avvenuti, si sono concentrati solo nella parte di lungomare in cui non siamo ancora intervenuti, ovvero quello che dal Nelson arriva alla Fara. In un’ottica di miglioramento e di maggior sicurezza, ho richiesto un potenziamento di tutte le celle, seppur l’originaria progettazione nella sua attuale configurazione perpendicolare abbia dimostrato di reggere alla furia del mare. Si è così deciso, per quanto riguarda la prima cella, di rafforzare il pennello adiacente al Rupinaro per evitare il trasbordo di materiale sabbioso e di realizzare una diga soffolta a meno due metri dal livello del mare, in modo tale da spezzare l’onda e garantire maggiore protezione”.