A Mezzogiorno in famiglia Recco vince uno scuolabus che dona a un comune terremotato

A Mezzogiorno in famiglia Recco vince uno scuolabus che dona a un comune terremotato
Recco ha vinto la finale di Mezzogiorno in famiglia

Recco ha vinto la finale della popolare trasmissione televisiva di Rai 2 e vince lo scuolabus messo in palio. Ma la squadra recchese decide di donarlo ad un paese terremotato del centro Italia.

Dopo sette vittorie consecutive, Recco ha sbaragliato anche gli avversari di Quistello, diventando così comune campione d’Italia della trasmissione Mezzogiorno in famiglia di Rai 2. Recco conquista lo scuolabus messo in palio dal programma e decide di donarlo, con tanto di comunicazione in diretta, a Castelsantagelo sul Nera, comune colpito dal sisma del 2016. “Abbiamo deciso di aiutare Castelsantagelo sul Nera, il più piccolo tra quelli colpiti dal sisma e già destinatario dei fondi raccolti a settembre dalle iniziative della comunità di Recco – ha spiegato l’assessore Valentina Grazioli presente a Roma con la delegazione – porterà a scuola i ragazzi di tre comuni in provincia di Macerata. Vorrei fare i complimenti alla squadra, sia quella romana che quella in piazza; a chi ha reso possibile tutto questo e a tutte quelle persone che si sono adoperate per realizzare al meglio questa bellissima cartolina della nostra città”. Ecco i campioni: il capitano Flavio Malchiodi, lo “squalo” della Pro Recco Rugby Andrea Di Patrizi; i ragazzi dei quartieri Gabriele Benvenuto e Massimo Olivari insieme ad Alice Canciari, i cantanti Marta Pilia e Andrea Bardine più i ballerini Francesca Carrara e Andrea Barberis; Corinna Cirillo, Elisa Marini, Alessandra Rabitti e Giulia Terrile. In panchina a tifare, sostenere e soffrire Matteo Sacco e Valentina Grazioli. Da non dimenticare l’apporto dato anche dalla cantante di sempre Aurora Venutelli; Simone Basso, Roberta Venturi, Matteo Toscano e Celeste Camogli. Il supporto, fondamentale, dai ragazzi della piazza è arrivato da Maria Giovanna Basso, Dayanna Benvenuto, Federico Zunino, Alberto Marotta, Mattia Scarsi Leonardo Camperi, Simone Brunelli, Stefano Brunelli, Maria Chiara Zanzi, Morgan Cappelletti e Carlotta Ansaldo.