‘Ndrangheta, confiscato un appartamento nella Baia del Silenzio di Sestri Levante

‘Ndrangheta, confiscato un appartamento nella Baia del Silenzio di Sestri Levante
La polizia in Comune a Lavagna il 20 giugno 2016

L’operazione condotta questa mattina dalla polizia ha portato a quattro arresti ed alla confisca di un appartamento, di quote societarie, di un’auto di grossa cilindrata e di numerosi depositi bancari.

Emergono nuovi dettagli sull’operazione condotta questa mattina dalla polizia con arresti e perquisizioni a carico di soggetti indagati per associazione per delinquere di stampo mafioso, ritenuti appartenenti alla ‘Ndrangheta calabrese e da anni residenti in Liguria. Siamo sempre nell’ambito dell’inchiesta “I Conti di Lavagna” che nel giugno dello scorso anno portò all’arresto di otto persone ed alla caduta dell’amministrazione comunale lavagnese. A seguito di quell’operazione venne nominata la commissione d’accesso presso il Comune di Lavagna, per verificare le infiltrazioni mafiosi all’interno dell’ente. Gli ulteriori accertamenti sulla ‘ndrina “Rodà-Casile” hanno portato all’individuazione di nuovi investimenti, sia immobiliari che nel settore delle videolottery, realizzati da quello che gli inquirenti ritengono l’uomo di fiducia del capo della “locale di Lavagna”. La nuova operazione ha portato a quattro arresti ed alla confisca di un prestigioso appartamento nella Baia del Silenzio di Sestri Levante e di quote societarie, di un’auto di grossa cilindrata e di numerosi depositi bancari.