“NO alle barriere”, depositata la petizione con 2.800 firme. E il M5S attacca: «Il Comune sapeva da 2 anni»

treno

Il comitato “NO alle barriere fonoassorbenti ferroviarie” ha depositato in Comune, a Chiavari, la propria petizione, sottoscritta da 2.800 cittadini.

La petizione chiede all’amministrazione comunale di organizzare un incontro pubblico e la invita ad illustrare la propria posizione in merito al progetto e le azioni in programma per contrastarlo. Viene inoltre suggerita la convocazione di un consiglio comunale aperto, per coinvolgere i cittadini e informarli sullo stato dell’opera. Intanto il MoVimento 5 Stelle fa sapere che nella relazione geotecnica generale allegata al progetto viene citata un’indagine geognistica effettuata nel mese di febbraio del 2021. «Questo dimostra – attacca il MoVimento 5 Stelle – che il Comune e presumibilmente anche la scorsa giunta comunale, quando arrivò questa richiesta, non dettero il giusto peso e non valutarono l’impatto che questa avrebbe avuto sul nostro territorio, ma certificano che fossero a conoscenza che RFI stesse valutando un progetto per l’abbattimento dell’inquinamento acustico».