Nuova Area Interna della Val Fontanabuona, incontro a Cicagna

benvenuti in fontanabuona

“Con la nuova programmazione 2021-2027 undici comuni della Val Fontanabuona potranno accedere, nell’ambito della Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI), a progetti che porteranno nell’entroterra almeno 8 milioni di euro di risorse, tra comunitarie e governative”.

A dirlo è l’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti, durante l’incontro di ieri a Cicagna – organizzato da Regione Liguria e Anci Liguria – per presentare ai sindaci del territorio, insieme alla Camera di Commercio di Genova, le opportunità future offerte dalla nuova area interna della  Fontanabuona, che comprende dunque Avegno, Cicagna, Coreglia Ligure, Favale di Malvaro, Lorsica, Moconesi, Neirone, Orero, San Colombano Certenoli, Tribogna e Uscio. “Per promuovere e tutelare con progetti di sviluppo che adeguino la qualità dei servizi essenziali di una più ampia fetta di territorio, siamo riusciti, con i criteri dettati da Roma, a non lasciare indietro nessun comune ligure meritevole del riconoscimento di area interna”. “Aree che, pur avendo un potenziale di sviluppo molto elevato, soffrono di uno svantaggio competitivo – sottolinea il presidente della Camera di Commercio di Genova Luigi Attanasio – Ci auguriamo che questo possa essere un ulteriore tassello verso la riduzione di questo gap, anche in prospettiva della realizzazione del tunnel”. Durante l’incontro il sindaco di Cicagna Marco Limoncini è stato nominato referente dell’area interna della Val Fontanabuona. “Anci svolgerà il proprio lavoro di assistenza tecnica nella messa a punto e nella realizzazione delle schede progettuali, affiancando e supportando gli undici Comuni in questo nuovo percorso – aggiunge il direttore di Anci Liguria Pierluigi Vinai, coordinatore tecnico delle sei aree interne liguri”.