Parco di Portofino, Regione Liguria vuole tenere la propria strada

Parco Portofino

“La pronuncia del Consiglio di Stato si limita ad invitare tutte le parti processuali ad integrare il contraddittorio nei confronti dei componenti del Comitato provvisorio preposto alla gestione provvisoria del Parco Nazionale.

La sentenza riporta la decisione sulla materia di nuovo al Tar”. Così recita la nota di Regione Liguria, in merito al ritorno del Parco nazionale di Portofino attraverso il Consiglio di Stato. Secondo Recione, “è stato il ministero a varare un decreto calando dall’alto provvedimenti unilaterali, non condivisi”. Secondo il deputato M5S Roberto Traversi, “benché Regione ora cerchi di portare acqua al proprio mulino, il punto centrale non cambia: torna in vigore la perimetrazione provvisoria del Parco Nazionale di Portofino, per una superficie complessiva di 5.363 ettari contro il francobollo auspicato dalla Regione di appena 1.056 ettari”. Sempre dal fronte 5 stelle, secondo Isabella Debenedetti, “è giunta quindi finalmente l’ora di portare a compimento l’iter destinato a sfruttare tutte le risorse già stanziate per il nostro territorio”. Aggiunge la consigliera regionale Selena Candia: “Ci sono Comuni già pronti ad entrare nel perimetro del nuovo parco che andrebbero ascoltati per partire insieme a loro costruire un ente che noi auspichiamo possa essere il più ampio possibile”. Parla di vittoria l’associazione Amici del Monte di Portofino, commentando: “Queste sentenze dovrebbero essere intese dai Comuni e dalla stessa Regione, come un invito a non giocare a disfare la tela di Penelope del Parco, perdendo tempo e soprattutto utilizzando invano soldi dei cittadini”.