Pesca alla trota, domani al via anche nelle Valli Aveto e Trebbia

Pesca alla trota, domani al via anche nelle Valli Aveto e Trebbia
Quasi 900 kg di trote immessi nel territorio

Al via domani anche nelle valli Aveto e Trebbia la pesca alla trota. 380 kg di Fario immessi nell’Aveto e altri 505 kg di iridee nello Sturla e nei laghi di Giacopiane e Malanotte, dove il divieto temporaneo di pesca termina domani alle 6.30.

Si apre domani anche nelle valli Aveto e Trebbia la pesca alla trota, in questo caso Fario, che nelle altre acque della Liguria ha preso il via già l’ultima domenica di febbraio. Le due valli, in applicazione del progetto sperimentale di gestione, si sono invece allineate con la vicina Emilia Romagna prevedendo il posticipo all’ultima domenica di marzo. Nei giorni scorsi, nelle acque dell’Aveto sono stati immessi dalla Regione 380 kg di trote Fario, di cui 190 kg nella parte alta, da Cabanne, sopra la riserva turistica, a salire sino confluenza con il Ventarola e 190 kg nella parte bassa, sotto Rezzoaglio, dalla confluenza con l’omonimo torrente a scendere sino confluenza con il Gramizza. 205 kg di trote iridee sono state invece immesse nello Sturla, da Carasco a Borzonasca e per consentire il ripopolamento a tutela della fauna ittica, nel tratto principale del bacino dello Sturla la Regione ha istituito un divieto di pesca temporaneo che terminerà domattina alle 6.30. Allo stesso modo è stata interdetta momentaneamente la pesca nel lago di Giacopiane, dove sono stati immessi 200 kg di iridee. Qui da domani la pesca sarà consentita ai soli possessori di tessera Fipsas accompagnata da licenza di pesca.  100 kg di iridee sono stati infine immessi dalla Fipsas nel lago di Malanotte, dove si potrà tornare a pescare sempre dalle 6.30 di domattina.