Pronto soccorso sovraccarichi, l’appello della Regione: «Sono da utilizzare solo per problemi acuti»

Angelo Gratarola

Influenza e Covid-19 in questi giorni stanno fortemente condizionando il funzionamento dei pronto soccorso liguri.

La Regione, riprendendo le indicazioni del Ministero della Salute, ricorda quindi che è bene utilizzare queste strutture solo per problemi acuti e non risolvibili dal medico di famiglia, dal pediatra di libera scelta o dai medici della continuità assistenziale. Il pronto soccorso, ribadisce la Regione, non è una struttura adatta a trattare patologie croniche o non urgenti. L’assessore alla sanità Angelo Gratarola lancia quindi un appello, anche alle forze di opposizione, perché sia garantito il miglior funzionamento possibile della macchina sanitaria regionale. Afferma l’assessore: «Sovraccaricare i pronto soccorso, anche laddove la patologia può essere gestita tranquillamente presso il proprio domicilio, genera una serie di problemi agli ospedali e di tenuta della funzione emergenziale».