Rapallo, due imprese edili accusate di una pesante evasione fiscale

Operazione della guardia di finanza di Chiavari
Operazione della guardia di finanza di Chiavari
Operazione della guardia di finanza

La Guardia di Finanza parla di redditi non dichiarati per oltre 830mila euro e Iva non versata per oltre 130mila. Scattate le denunce penali e i procedimenti amministrativi per recuperare il dovuto.

I titolari di due imprese di Rapallo, di cui non viene diffuso il nome, sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza perché, secondo la ricostruzione delle Fiamme Gialle, hanno omesso di dichiarare redditi per oltre 830mila euro, non hanno versato l’Iva per oltre 130 mila e neppure i contributi INPS ed INAIL dei lavoratori dipendenti, per 65 mila euro. Si tratta di due imprese edili, con clientela composta, prevalentemente, da condomini, che emettevano regolare fattura per le prestazioni rese ma poi non presentavano le dichiarazioni dei redditi e dell’IVA e non effettuavano i versamenti delle imposte e dei contributi, compresi quelli in favore dei propri dipendenti. L’indagine della Finanza si è svolta usando le banche dati interne e verificando i conti correnti bancari, i bonifici ricevuti per spese di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica, le transazioni intercorse con clienti e fornitori, oltre ai controlli incrociati nei confronti degli amministratori di condominio. In entrambi i casi, sono stati avviati i procedimenti amministrativi per garantire il pagamento dei tributi dovuti e delle sanzioni.