Rapallo, la Lega dice no a Brigati: «Cercheremo un altro candidato»

Comune

Sembrava che il nome di Pier Giorgio Brigati potesse mettere pace fra le varie anime della maggioranza di Rapallo.

L’intesa sulla candidatura a sindaco dell’attuale vicesindaco, raggiunta da Carlo Bagnasco e Domenico Cianci, non piace però alla sezione cittadina della Lega, che lamenta di non essere stata coinvolta nelle trattative. Secondo quanto dichiarano il segretario, il direttivo di sezione e il capogruppo Fabio Proietto, militanti e simpatizzanti non si sentono rappresentati da questa candidatura. Brigati, è la tesi, non può essere identificato come un esponente del centrodestra. A questo punto la spaccatura sembra inevitabile: «Non siamo disponibili ad accettare candidature calate dall’alto, né tanto meno lontane dal nostro pensiero e dalla nostra collocazione politica – dicono dalla Lega – Faremo degli incontri con gli altri partiti e liste, al fine di trovare il candidato del centro destra che rappresenti la nostra area politica di riferimento».