Rapina all’ufficio postale di San Michele di Pagana: tre arresti

Rapina all’ufficio postale di San Michele di Pagana: tre arresti
Gli arresti effettuati carabinieri di Santa

La rapina avvenne il 9 febbraio, 24 mila euro il bottino. Due arresti a Napoli e uno a Cornigliano.

Sono stati arrestati tre dei quattro rapinatori che lo scorso 9 febbraio svaligiarono l’ufficio postale di San Michele di Pagana. Quella mattina due uomini avevano bloccato l’impiegata che si accingeva ad aprire l’ufficio, minacciandola con una pistola, e poi avevano rubato 24 mila euro dalla cassaforte. Prima di darsi alla fuga i due avevano rinchiuso la donna in bagno, con minacce assortite per evitare che chiamasse subito le forze dell’ordine. Secondo quanto ricostruito nel corso dell’indagine condotte dai carabinieri della Compagnia di Santa Margherita Ligure, responsabile del colpo sarebbe una banda di “trasfertisti” napoletani del quartiere di Secondigliano, formata dai due ladri, un palo ed un pianificatore, padre fra l’altro di uno dei due rapinatori. Questa mattina gli arresti: due a Secondigliano ed uno a Genova Cornigliano. Ad effettuare gli arresti i carabinieri della Compagnia di Santa Margherita Ligure, con il supporto delle Compagnia di Napoli Stella e Genova Sampierdarena. In manette sono finiti due napoletani di 61 e 26 anni ed un genovese di 28 anni. Proseguono le ricerche del quarto rapinatore, che probabilmente si è nascosto in qualche rifugio di Secondigliano. Nel corso delle perquisizioni successive agli arresti sono stati trovati oggetti utili a confermare il quadro probatorio.