Recinzione caduta in Colmata, “Avanti Chiavari” chiede le dimissioni di Sandro Garibaldi

La recinzione caduta ieri in Colmata, a Chiavari
La recinzione caduta ieri in Colmata, a Chiavari
La recinzione caduta ieri in Colmata, a Chiavari

Secondo il movimento quanto accaduto ieri in Colmata è colpa dell’amministrazione comunale. Chieste le dimissioni dell’assessore ai lavori pubblici ed allo sport.

Una recinzione, danneggiata dalla tromba d’aria dello scorso 14 ottobre, è caduto ieri sul campo della Colmata, a Chiavari, poco dopo la fine di una partita fra due squadre di bambini. Ed oggi il movimento “Avanti Chiavari”, rappresentato in consiglio comunale da Roberto Rombolini e Giuseppe Lagomarsino, chiede le dimissioni di Sandro Garibaldi, assessore ai lavori pubblici ed allo sport. “La responsabilità di questo grave evento è del sindaco Levaggi e dell’assessore – sostiene il movimento – Erano a corrente del pericolo, lo hanno sottovalutato e non hanno disposto provvedimenti idonei alla salvaguardia dei bambini”. “Avanti Chiavari” ricorda come la settimana scorsa l’amministrazione comunale si sia recata a Roma per ritirare il riconoscimento di “Comunità Europea dello Sport 2017”: “Prima di tutto – polemizza il movimento – andassero a fare manutenzione agli impianti sportivi che abbiamo evitando i rischi per l’incolumità dei bambini che giocano sui campi sportivi”.