Resta contingentato anche quest’anno l’accesso alla spiaggia della Baia del Silenzio

Baia del Silenzio

Come nei due anni precedenti, sarà contingentato l’afflusso di bagnanti nella Baia del Silenzio di Sestri Levante, con servizio gestito, ancora una volta, dalla società partecipata comunale Mediaterraneo Servizi.

L’amministrazione comunale dice di essere stata convita della formula dai buoni ri sultati dell’anno scorso, e di confermarla, malgrado l’attenuamento della morsa della pandemia, a partire da domani, 2 giugno. Il contingentamento scatterà dopo la fine della gara di nuoto Cavi – Sestri, per andare a pieno regime da venerdì, 3 giugno.

 

Resta confermato l’ingresso gratuito alla spiaggia della Baia del Silenzio attraverso 3 ingressi, via Portobello, vico Andersen e piazzetta Stalli; a differenza degli scorsi anni non saranno più presenti le postazioni segnalate dai sacchetti di iuta ma l’accesso alla spiaggia sarà consentito ad un numero massimo di persone. In particolare i tre settori potranno accogliere un massimo di 500 persone, così divise: 200 nella zona di Portobello, 200 nella fascia centrale e 100 nella sezione sotto a Galleria Rizzi. Gli ingressi saranno presidiati da personale professionista della sicurezza che regolamenterà l’accesso all’arenile.

Sarà sempre presente una corsia dedicata a chi vuole solo fare un bagno in Baia, senza sostare sull’arenile, sul lato di Portobello.

Sarà presente un unico molo nell’area sotto la Galleria Rizzi, una decisione volta a preservare la prateria di Posidonia che si trova vicino all’ex convento dell’Annunziata.

 

Resta attivo il numero verde informativo 800 911 778; riaprirà invece il 15 giugno l’infopoint di Mediaterraneo servizi a Portobello: qui sarà possibile anche noleggiare il SUP o le e-bike.

 

“Lavoriamo da anni sulla sostenibilità della nostra città, coinvolgendo anche il settore turistico che deve essere una occasione di valorizzazione e tutela del territorio – dice la sindaca Valentina Ghi – Per questo credo che una gestione controllata, sebbene in forma più blanda, della Baia del Silenzio sia un modo per proteggerla e per garantirne una migliore fruizione a chi la frequenta”.