Rottura in giunta a Recco in vista delle elezioni

carlo gandolfo

“Con profondo rammarico sono costretto a prendere atto di un’azione di rottura, ormai non più tollerabile, portata avanti dagli assessori Aprile, Peragallo e Zanini. Questa loro volontà di frattura, presente già da tempo, è stata da ultimo ufficializzata attraverso la costituzione di un proprio gruppo consigliare autonomo.

Non va neppure sottaciuta la loro attività, coordinata dall’ex sindaco Dario Capurro e ormai ben nota a buona parte dei cittadini, volta alla possibile creazione di una lista alternativa per le prossime elezioni dell’8 e 9 giugno”. Ad esprimersi così è il sindaco di Recco Carlo Gandolfo che aggiunge: “Tutte energie che gli assessori sottraggono al loro lavoro, rischiando di ostacolare l’azione amministrativa fin qui proficua. Tutto ciò mi sorprende. Non può essere un problema di contenuti, visto che in questi cinque anni sono state portate avanti solo ed esclusivamente le azioni indicate nel programma da loro stessi sottoscritto. Ciò che appare però ormai chiaro è come sia venuto meno quel reciproco rapporto di fiducia. Mi sarei aspettato che la loro azione di rottura li portasse, con un gesto di coerenza, a dimettersi dal ruolo di assessori. Non essendo avvenuto – chiude – è mio dovere prendere atto di questa situazione, revocando i loro incarichi e riorganizzando una squadra di governo in grado di garantire la prosecuzione dell’azione amministrativa, nell’esclusivo interesse della città”.