Sanità nel Tigullio, il dibattito continua

Sanità nel Tigullio, il dibattito continua
L’ospedale di Lavagna

Fabio Tosi e Gabrile Pisani del MoVimento 5 Stelle propongono di concentrare i reparti acuti a Lavagna e Rapallo e destinare Sestri Levante a polo riabilitativo. Per Luca Garibaldi del Partito Democratico la giunta Toti ha perso due anni.

“L’ampliamento del pronto soccorso di Lavagna è certamente doveroso e necessario, ma non si possono riorganizzare i reparti senza prima collaudare le opere di messa in sicurezza, che declasserebbero le aree rosse in gialle. Senza contare che stiamo parlando di un Comune commissariato”. Lo affermano i consiglieri regionali del MoVimento 5 Stelle Fabio Tosi e Gabrile Pisani, commentando le novità contenute nel piano di riorganizzazione dell’Asl 4. I due consiglieri suggeriscono quindi di usare i 7,9 milioni di euro sbloccati per le infrastrutture sanitarie locali per potenziare il complesso di Lavagna e concentrare tra quel polo e quello di Rapallo tutti i reparti acuti, e valorizzare Sestri Levante come polo riabilitativo”. Parla invece di “due anni persi” Luca Garibaldi del Partito Democratico, secondo il quale “continua a mancare un piano di riorganizzazione dell’Asl e non è ancora partita l’interlocuzione con i sindaci del territorio”. Il consigliere sostiene che questi ritardi portano a un lento decadimento delle strutture: “L’ospedale di Sestri Levante ha interi piani vuoti – afferma – Rapallo non ha ancora definito la propria identità e le propie vocazioni e Lavagna non ha ancora un piano per rafforzare le proprie funzioni centrali per acuti. Per non parlare della sorte dei post acuti e della RSA, a partire dalla gestione di Chiavari, in cui la Asl esternalizza funzioni senza una regia”.