“Santa 4 everyone”, la prima guida turistica completamente inclusiva

guida santa 4 everyone

Presentata questa mattina a Santa Margherita Ligure la guida turistica “Santa 4 Everyone”, di Michela Patrone e Annalisa Capitani, edita dai Servizi Bibliotecari del Comune, con il patrocinio dell’Associazione Paratetraplegici Liguria e dell’Unicef Regionale.

Santa 4 Everyone” è il prodotto di un lungo e minuzioso lavoro svolto da Michela Patrone, una giovane disabile sammargheritese, coadiuvata dalla sua educatrice Annalisa Capitani. Il loro progetto, innovativo e unico in Italia, si è concretizzato con la stampa di questo volumetto tascabile: una sintetica ma esaustiva e polivalente guida turistica della cittadina del Tigullio Occidentale.

Utilizzando sia i simboli della comunicazione alternativa aumentativa (CAA), sia le parole delle quattro lingue maggiormente diffuse (italiano, inglese, francese, tedesco), “Santa 4 Everyone” propone un modo universale di comunicazione da utilizzare anche nella promozione turistico-culturale. Questa guida è davvero inclusiva e non parla solo di “accessibilità” ma racconta anche di luoghi davvero senza barriere.

Michela Patrone, nonostante sia affetta da esiti di paralisi cerebrale infantile e presenti grave disabilità motoria e complessi bisogni comunicativi, utilizzando un insieme di strategie, tecniche e strumenti della Comunicazione Aumentativa Alternativa, riesce ad esprimere nella vita di tutti i giorni i propri pensieri, idee, emozioni e desideri. Grande amante della sua città, Santa Margherita Ligure, si distingue per l’entusiasmo che mette nella volontà di dare il proprio contributo e per il desiderio di entrare in contatto con persone nuove, con cui quali condividere interessi e passioni.

Annalisa Capitani, psicologa ed educatrice professionale socio-pedagogica, da sempre lavora con bambini e ragazzi con difficoltà di vario genere per aiutarli a superare i propri limiti e sviluppare appieno le proprie potenzialità.

Alla presentazione di questa mattina a Villa Durazzo sono intervenuti i rappresentanti dell’Amministrazione comunali e le persone coinvolte nel progetto.

Paolo Donadoni, Sindaco di Santa Margherita Ligure: «Oggi stiamo condividendo un’esperienza fuori dall’ordinario, veramente profonda nella sua semplicità. Una di quelle esperienze che non sono scontate, che nella vita di una persona potrebbero non capitare mai. A Michela tutti noi vogliamo bene, in tanti fanno qualcosa per lei e lei, nella reciprocità dell’affetto, ha voluto ricambiare facendo qualcosa per tutti noi. Ci ha regalato una piccola “guida” sorprendente, ci ha insegnato che esistono forme di comunicazione non convenzionale: attraverso i suoi occhi ci racconta del nostro quotidiano, del nostro territorio, di ciò che è veramente essenziale. Questo è un momento di straordinarietà e di gratitudine per la nostra comunità. Grazie a Michela e alle persone che la affiancano».

Emanuele Cozzio, vicesindaco di Santa Margherita Ligure: «Siamo fortunati a Santa Margherita Ligure a conoscere Michela, per la sua sensibilità, la sua tenacia e la sua determinazione nel voler essere parte della nostra comunità. Il suo è un lavoro straordinario. Come Amministrazione e come città dobbiamo ringraziare lei, la sua famiglia e chi lavora quotidianamente con lei. Se si vuole stare assieme, non esistono ostacoli e Michela ce l’ha dimostrato in modo pratico».

Beatrice Tassara, Assessore comunale ai Servizi Bibliotecari: «In questa occasione presentiamo una perla. Michela ha sempre avuto il desiderio di stare con gli altri e questo è un modo per esaudire questo suo desiderio. Questo suo lavoro è fatto di icone, che vanno al di là di ogni lingua. Nutriamo un’enorme gratitudine nei suoi confronti».

Annalisa Capitani, educatrice di Michela: «Questo progetto rappresenta Michela al cento per cento. Tutto è partito dal suo quartiere, San Siro, che lei ama; poi lo abbiamo esteso a tutta la sua città, Santa Margherita Ligure, per farla conoscere e apprezzare a tutti, descrivendola con le icone e tutti gli strumenti della Comunicazione Aumentativa Alternativa, traducendo ogni informazione in italiano, inglese, francese e tedesco».

Aurelia Rivarola, dottoressa che da vicino segue Michela da tanti anni: «La Comunicazione Aumentativa Alternativa è un metodo educativo per rimpiazzare le difficoltà comunicative. Quello che conta sono le strategie adottate dalle persone che stanno accanto a Michela».

Antonio Cucco, presidente dell’Associazione Paratetraplegici Liguria: «Quello di Michela è stato un lavoro non da poco, che lei ha portato avanti con il cuore, con la testa e con tutta se stessa. Ci trasmette quotidianamente delle emozioni e per questo le siamo davvero grati».

Franco Cirio, presidente regionale dell’Unicef: «Credo sia stato un privilegio stare vicino a Michela per interpretare i suoi stimoli e le sue emozioni. Complimenti al Comune di Santa Margherita Ligure che ha promosso questa iniziativa. Michela è veramente forte».

Roberto Bazzano, presidente di Bandiera Lilla: «Santa Margherita Ligure è uno dei primi Comuni Lilla, perché riceve e accetta consigli di miglioramento, aprendosi a cose nuove e dopo la “Spiaggia per Tutti” è ora la volta di questa bellissima guida di Michela. Complimenti».