Sciopero nei supermercati, per la Cgil adesione del 75% nel territorio

Il presidio sindacale in atto a Carasco oggi
Il presidio sindacale in atto a Carasco oggi
Il presidio sindacale in atto a Carasco oggi

Secondo la Cgil è del 75% nel Tigullio l’adesione alla giornata di sciopero dei lavoratori dei supermercati. Non si segnalano però chiusure, se non di singoli reparti. La Coop: “Non intendiamo ridurre le tutele per la malattia”.

E’ del 75% nel Tigullio la stima complessiva, secondo la Cgil, dell’adesione alla giornata di sciopero proclamato dai sindacati del commercio di Cgil, Cisl e Uil per il personale che lavora nella grande distribuzione, laddove i contratti di settore sono scaduti da 23 mesi. Sempre stando ai sindacati, nel territorio non si segnalano comunque chiusure, salvo alcuni reparti come le gastronomie, ma solo riduzioni o aperture gestite tramite doppi turni dei lavoratori presenti. Anche la Coop conferma che tutti i suoi punti vendita sono rimasti regolarmente aperti, mentre ritiene non ancora quantificabile l’adesione allo sciopero a causa di numerose assenze per malattia. Sulla vertenza in atto con i sindacato “Coop ha sin da subito assicurato che non intende ridurre le maggiori tutele che il suo contratto offre per la malattia – dichiara Maurizio Fasce, responsabile del personale degli ipermercati di Coop Liguria -. Lo scontro maggiore, infatti, è sull’applicazione di una norma che contrasta gli abusi determinati dagli assenteisti. Una norma che Cgil, Cisl e Uil hanno convenuto sin dal 2011 con tutte le altre imprese distributive ma che inspiegabilmente si rifiutano di introdurre anche nelle Coop”.