Sentenza della Corte dei Conti, infuria la polemica a Sestri Levante

Comune

Abbiamo dato ieri notizia (cliccate qui) della sentenza della Corte dei Conti che condanna per danno erariale l’ex segretario generale del Comune di Sestri Levante.

La vicenda è quella relativa alla pubblicazione, in occasione della campagna elettorale del 2018, di una brochure costate 16.000 euro e distribuita ai cittadini. La sindaca Valentina Ghio difende l’iniziativa: «Il bilancio di mandato è un resoconto dettagliato dell’attività amministrativa del quinquennio e ed è prassi di molte amministrazioni pubblicarlo per rendere conto ai cittadini del lavoro svolto. Sostenere che il centro destra abbia perso le elezioni nel 2018 a causa di una pubblicazione riepilogativa dei progetti portati a termine e degli obiettivi raggiunti dà la misura dell’inconsistenza delle argomentazioni della minoranza». Di tutt’altro avviso sono Giancarlo Stagnaro e Marco Conti, consiglieri comunali di Fratelli d’Italia, secondo i quali le parole di Valentina Ghio «fanno paura perché dimostrano che non ha capito l’errore e che è ancora convinta di avere ragione e che i magistrati sbaglino». Sottolineano inoltre i due consiglieri: «Sono i giudici contabili a dire che lei e la sua giunta hanno fatto propaganda con i soldi del Comune. Anche se si cerca di far ricadere la colpa solo sull’ex segretario comunale, fingendo di ignorare le parole durissime dei magistrati contro sindaco e giunta».