Sestri Levante, imposta di soggiorno: continuità e nuove proposte

Incontro Amministrazione Solias Operatori

L’amministrazione comunale di Sestri Levante ha incontrato le categorie per parlare dell’imposta di soggiorno, tra relazione sull’impiego del gettito 2022 e previsione dell’incasso relativo all’annualità corrente.

Spiega il vicesindaco e assessore al Bilancio Sandro Muzio: “Il 60% degli incassi relativi al 2022, secondo quanto previsto dalla vigente legge regionale, sono stati destinati dalla precedente amministrazione alle attività legate al turismo ed alla promozione del territorio. Tra le manifestazioni e gli eventi finanziati ricordo, ad esempio, il Riviera International Film Festival, le attività natalizie e la fiera DiscoverItaly, oltre alla gestione dell’ufficio informazioni turistiche di Corso Colombo. Per l’annualità corrente, l’ipotesi di riscossione basata sull’attuale andamento è pari a 350mila euro. L’amministrazione ha deciso di proseguire sulla scia di quanto determinato per l’anno precedente, sia per i tempi ristretti dall’insediamento, sia perché molte delle attività, manifestazioni ed iniziative turistiche sono già state svolte nel corso dell’estate. Parte dei proventi della tassa di soggiorno del 2023 è stata poi impiegata per garantire il servizio di sicurezza notturna, soprattutto nel centro storico, e ciò evidenzia la la comunità di intenti dell’amministrazione e degli operatori turistici su questo tema”. L’assessore al Turismo, Giuseppe Ianni, parla di “un confronto molto proficuo e positivo con gli operatori del settore in un clima collaborativo”, specificando che “sono stati inoltre fissati alcuni punti programmatici che verranno successivamente approfonditi nel corso di un ulteriore incontro a novembre”.