Toti firma decreto per lo stato di emergenza regionale per riconoscere autonoma sistemazione

giampedrone ghio mangiante

“A seguito delle numerose persone evacuate ieri per il maltempo che si è abbattuto su tutto il territorio regionale, ma in particolare nella zona del levante ligure nei Comuni di Sestri Levante, Lavagna, Cogorno e Chiavari, ho firmato oggi il decreto, valido per tre mesi ma prorogabile fino a sei, per approvare lo stato di emergenza regionale con cui mettere a disposizione un fondo apposito di 250mila euro per le persone che hanno dovuto abbandonare le loro abitazioni”. Lo annuncia il Presidente di Regione Liguria, Giovanni Toti.

“L’obiettivo – spiegano il governatore e l’assessore regionale alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone – è riconoscere da subito l’autonoma sistemazione a tutti coloro che hanno l’inagibilità della casa, attraverso fondi regionali. Nell’attesa di poter compiere l’istruttoria e fare tutte le valutazioni con il governo sulla richiesta di stato di emergenza nazionale”.

“In queste ore il nostro dipartimento regionale di protezione civile – concludono Toti e Giampedrone – sta effettuando una quantificazione puntuale dei danni sulla base delle richieste che stanno arrivando. Ma prima di rivolgerci al Governo abbiamo ritenuto fondamentale mettere a disposizione i nostri fondi per dare una risposta alle decine di persone che hanno dovuto abbandonare la loro abitazione e supportare così al meglio sia i sindaci sia i cittadini”.

Oggi pomeriggio Giampedrone si è recato a fare un sopralluogo sui territori maggiormente colpiti dal maltempo di ieri e per verificare i danni insieme al capo della Protezione civile regionale Stefano Vergante. Giampedrone sta effettuando un punto stampa nei Giardini pubblici Mariele Ventre a Sestri Levante.