Tutto il Tigullio sostiene il Santuario dei cetacei

Il santuario dei cetacei dell
Il santuario dei cetacei dell'Alto Tirreno
Il santuario dei cetacei dell’Alto Tirreno

Rinnovata la carta di parternariato del progetto Pelagos, aderiscono Lavagna, Sestri, Moneglia e Zoagli. Premiato il Comune di Chiavari, primo, in zona, a sottoscrivere, due anni fa.

Anche Lavagna, Moneglia, Sestri Levante e Zoagli si sono uniti al gruppo e, ormai, tutti i Comuni della costa del Tigullio hanno sottoscritto la carta di partenariato del Santuario dei Cetacei “Pelagos”, già sottoscritta nel 2014 da Chiavari e l’anno scorso da Rapallo, Camogli, Portofino e Santa Margherita. Si tratta dell’area di tutela dei cetacei marini, corrispondente all’alto Tirreno, promossa, per l’Italia, dal ministero dell’Ambiente. Ieri si è svolta a Genova, presso la Città metropolitana, la cerimonia di rinnovo della carta. Il Comune di Chiavari fa sapere di essere stato premiato per la propria attività, in particolare, divulgativa e pedagogica. La pagina di Pelagos è presente, insieme ad un video, sul sito dell’ente, e in diverse manifestazioni c’è stata l’esposizioen di pannelli e la divulgazione di materiali. “Stiamo contribuendo a ridurre al minimo le attività che hanno un impatto sui mammiferi marini – aggiunge l’assessore Nicola Orecchia – ivi inclusa la demotonautizzazione sportiva”.