Vertice Hi Lex – sindacati

Marco Longinotti

I manager della sede chiavarese di Hi-Lex ieri hanno incontrato le segreterie territoriali di Fim Cisl, Fiom Cgil ed Uilm.

“Sono stati fatti grossi sforzi da parte di tutti, maestranze ed azienda, per affrontare un momento che considerare schizofrenico a causa della mancanza di materiale dovuto alle crisi mondiali che stiamo attraversando è forse anche poco. Saranno confermati incarichi di lavoro per 2023 se le materie prime necessarie continueranno ad arrivare – spiega Marco Longinotti della Fim Cisl Tigullio – Le commesse in essere sono confermate, Stellantis, Maserati e la new entry americana Lucyd anche se ancora in fase embrionale, mentre altre sono in trattativa a livello commerciale. Bisogna dare ora gli stimoli giusti ai lavoratori di Hi-Lex che hanno visto nei mesi scorsi licenziare 14 colleghi considerati esuberi a bassa professionalità tecnologica. Se i carichi di lavoro saranno garantiti in modo continuo occorre anche fare una riflessione per quei tecnici, parliamo di una trentina, che stanno operando in azienda con contratti a tempo determinato – chiude – Tutti devono essere coinvolti perché se la sede di Chiavari sta diventando il fiore all’occhiello della Corporate i meriti vanno ripartiti fra tutti gli operai e gli impiegati”.