Vittima dell’amianto, il Tribunale condanna Fincantieri a risarcire la famiglia di un dipendente

amianto

Il Tribunale di Genova ha condannato Fincantieri a risarcire con la somma di 695mila euro la vedova e il figlio di un operaio genovese, deceduto nel 2018 di mesotelioma peritoneale per esposizione ad amianto nello stabilimento di Riva Trigoso.

Esprime soddisfazione per la sentenza l’avvocato Ezio Bonanni, presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, che da anni si batte per le vittime dell’asbesto e per le loro famiglie. L’uomo aveva lavorato come tubista e gruista fino alla pensione per Fincantieri. All’inizio del 2018 aveva scoperto di essere malato a seguito degli accertamenti effettuati presso l’ospedale di Sestri Levante e sei mesi dopo era morto. L’Inail aveva riconosciuto la natura professionale della patologia e la rendita diretta già prima che il 71enne venisse a mancare.